Lidia Capo

Pensione
M-STO/01 ( Storia medievale )
Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo
sezione di storia medievale e paleografia del Dipartimento di Storia culture religioni (II piano), studio n. 2
Ricevimento

Il ricevimento, nello studio della docente, è previsto il martedì: ore 10-12 e 15-18 (quando non ci sono i corsi) o 17-18 (durante i corsi)
 

Nessun avviso presente.

Italiano

Lidia Capo, laureata presso l’Università degli Studi di Roma <La Sapienza>, prof. associato confermato, ha insegnato per diversi anni Pubblicistica e cronachistica medievali presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell‘Università degli Studi di Bologna, e quindi dal 1995 Storia delle Università presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell‘Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Con il nuovo ordinamento insegna nel settore scientifico disciplinare di Storia medievale (M-STO/01). Dal febbraio 2009 all'ottobre 2012 è stata Presidente del corso di laurea magistrale in Storia (LM-84), prima della Facoltà di Lettere e Filosofia, poi della  facoltà FILESUSO (ora di nuovo Lettere e Filosofia). I suoi principali temi di ricerca sono stati la cronachistica (in un arco cronologico e spaziale ampio), l’università, la società e la cultura dell‘età longobarda e, più recentemente la politica e la società della Roma del primo medioevo. Attualmente sta lavorando a un libro su <Legge, giustizia e competenza giuridica nell’Italia longobarda>, e all’edizione di Erchemperto e del Chronicon Salernitanum (testi della Longobardia meridionale della fine del IX e della fine del X secolo) per la Fondazione Valla.

Bibliografia essenziale

Si segnalano qui solo alcuni dei principali lavori della sua attività scientifica:

-G. Arnaldi-L. Capo, Cronisti di Venezia e della Marca Trevigiana dalle origini alla fine del sec. XIII, in Storia della cultura veneta, a c. di G. Folena, I, Vicenza 1976, pp. 387-423 (§§ 2, 4 e 5, pp. 391-3, 407-23).

-G. Arnaldi - L. Capo, I cronisti di Venezia e della Marca Trevigiana nel sec. XIV, in Storia della cultura veneta II, Vicenza 1976, pp. 272-337 (§§ 4-7, pp. 290-337).

-Da Andrea Ungaro a Guillaume de Nangis: un‘ipotesi sui rapporti tra Carlo I d‘Angiò e il regno di Francia, in "Mélanges de l‘Ecole Française de Rome. Moyen Age - Temps Modernes" 89, 1977-2, pp. 811-88.

-Paolo Diacono e il problema della cultura dell‘Italia longobarda, in Langobardia, a c. di P. Cammarosano - S. Gasparri, Udine 1990, pp. 169-235.

-Federico Barbarossa nelle cronache italiane contemporanee, in "Bull. Ist. St. Italiano" 96, 1990, pp. 303-45 (Atti del Convegno su "Federico I Barbarossa e l‘Italia", Roma, 24-26 maggio 1990).

-Paolo Diacono, Storia dei Longobardi, traduzione e commento a c. di L. Capo, "Fondazione Valla", Milano 1992.

-La polemica longobarda sulla caduta del regno, in "Riv. Storica Italiana" CVIII, fasc. I, 1996, pp. 5-35.

- L‘Editto di Rotari e successori e la cultura politica longobarda, in "La cultura", XXXV 2, agosto 1996, pp. 235-55.

-Gli inizi dei Franchi nella storiografia delle Gallie (secoli VI-inizi IX) , in L‘eredità dell‘Europa. Momenti di formazione dell‘identità europea nei secoli V-VIII, a cura di C. Tugnoli, Bologna 1997, pp. 107-31.

 -Paolo Diacono e il mondo franco: l’incontro di due esperienze storiografiche, in Paolo Diacono. Uno scrittore fra tradizione longobarda e rinnovamento carolingio, a cura di P. Chiesa, Convegno internazionale di studi, Cividale del Friuli-Udine, 6-9 maggio 1999, Udine 2000, pp. 39-74. -

I primi due secoli dello "Studium Urbis", in Storia della Facoltà di Lettere e Filosofia de "La Sapienza", a cura di L. Capo e M.R. Di Simone, Roma 2000, pp. 3-34.

-Federico II e lo "Studium" di Napoli, in Studi sul Medioevo per Girolamo Arnaldi, a cura di G. Barone - L. Capo - S. Gasparri, Roma 2001, pp. 25-54.

-La cronachistica italiana dell’età di Federico II, in "Rivista Storica Italiana", CXIV /2, 2002, pp. 380-430.

- Le tradizioni narrative a Spoleto e a Benevento, in I Longobardi di Spoleto e Benevento, XVI CISAM, Spoleto - Benevento, 20-27 ottobre 2002, Spoleto 2003, pp. 243-287.

-Cronachistica,in Federico II. Enciclopedia Fridericiana, Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, I, Roma 2005, pp. 416-430.

-Riccardo di San Germano, ibidem, II, Roma 2005, pp.569-73.  

-L. Capo-P. Natalini, Cesare Baronio e i Longobardi: fonti e metodo di lavoro, in Baronio e le sue fonti, Atti del Convegno Internazionale di Studi, Sora, 10-13 ottobre 2007, a cura di L. Gulia, Centro di Studi Sorani <Vincenzo Patriarca>, Sora 2009, pp. 209-241.

- Il Liber Pontificalis, i Longobardi e la nascita del dominio territoriale della Chiesa romana, Fondazione CISAM, Spoleto 2009.

-Caratteri e valenze degli studi di Fiorella Simoni: qualche considerazione, in Medioevo e Romanticismo. Ricordo di Fiorella Simoni,  a cura di M. Beer e S. Polica, Roma 2011, pp. 47-58.

-Sulla formazione della lettura cristiana della storia, in Studi di Storia medievale offerti a Maria Consiglia De Matteis, a c. di B. Pio,Fondazione Centro Italiano di Studi sull‘Alto Medioevo, Spoleto 2011, pp. 137-150.

-Morena Acerbo, Morena Ottone, inDizionario Biografico degli italiani, 76, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, 2012, pp. 666-667 e 667-672.

-Sulle cronache medievali, in Ricerca come incontro. Archeologi, paleografi e storici per Paolo Delogu,  a cura di G. Barone, A, Esposito e C. Frova, Roma 2013, pp. 265-278 (ISBN: 978-88-6728-137-4)

-Iura regni et consuetudines illius: l’Impero carolingio a Roma, in Honos alit artes. Studi per il settantesimo compleanno di Mario Ascheri, a cura di Paola Maffei e Gian Maria Varanini, Reti Medievali – Firenze University Press, 2014, vol. III, pp. 181-188

-Il IX secolo visto da Roma  - Wiek IX widziany z Rzymu

-Roma nel secolo IX - Rzym w IX wieku (traduzioni di Jakub Kujawiński), Instytut Historii, Uniwersytetu im. Adama Mickiewicza w Poznaniu Wykłady, XIV, Poznań 2014

Paolo Diacono, in Dizionario Biografico degli Italiani, 81, Roma 2014


Inglese

Degree from the University of Rome <The Sapienza>, prof. Associate, she has taught for several years <Pubblicistica e cronachistica medievali> at the Faculty of Humanities of the University of Bologna, and then from 1995 History of the Universities at the Faculty of Humanities of the University of Rome "La Sapienza ". With the new system she teaches in the scientific field of Medieval History (M-STO/01). From February 2009 to october 2012 she ha been President of the Master of History (LM-84), before at the Faculty of Humanities, then at the new Faculty FILESUSO (now Lettere e Filosofia). Her main research topics are the chronicles, the universities, the society and culture of  Lombard age, and, more recently, politics and society of early medieval Rome. She is currently working on a book about justice and legal expertise in lombard Italy and on the edition of the Historia Langobardorum Beneventi degentium written by Erchemperto and of the Chronicon Salernitanum (texts of southern Langobardia, end of the ninth and late tenth century) for the Foundation Valla .


Nessuna pubblicazione disponibile.

Sono presenti 77 dispense. Visualizza

Calendario esami anno 2019
lun 24 Dic 2018 Mar 21 Gen 2020
Calendario degli esami anno 2019:

Sessione invernale:

22 gennaio 2019 (valido per l'a.a. 2017-2018 e per l'a.a. 2018-2019)

5 febbraio

19 febbraio

Sessione estiva:

11 giugno

25 giugno

16 luglio

Sessione autunnale:

10 settembre

24 settembre

Primo appello della sessione invernale del 2020, valido anche per l'a.a. 2018-2019:

21 gennaio 2020

Appelli straordinari, riservati a studenti fuori corso, lavoratori, disabili e laureandi:

7 maggio 2019

19 novembre 2019

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma